tuttoilweb.it

Inquinamento: nel 2016 sei milioni di morti a causa dell’aria inquinata

Inquinamento Globale

Da una recente indagine sull’ inquinamento globale sono emerse cifre preoccupanti; solo nel 2016 ben oltre 6 milioni di persone sono morte a causa dell’aria inquinata che ci circonda; il problema ha raggiunto livelli veramente alti soprattutto in Asia ma lo spettro dell’inquinamento è scottante e tocca tutto il mondo. Gli studiosi che si stanno mobilitando per trovare delle soluzioni hanno reso noto che il nostro Pianeta praticamente è come una gigantesca camera a gas; i fumi prodotti dalle Industrie, gli scarichi delle automobili, i gas serra generati dagli allevamenti degli animali, e da tutte le lavorazioni che richiedono l’utilizzo di sostanze chimiche producono fumi tossici, chi più chi meno, e il risultato è che tutto quello che viene usato per il progresso in effetti genera regresso.

All the Effect Institute

L’inquietante studio che è emerso da un rapporto statunitense del All the Effect Institute ben sei milioni e centomila persone sono morte proprio in seguito a patologie scatenate o riconducibili alla cattiva qualità dell’aria che si respira sulla nostra terra. Come già detto la situazione peggiore la vivono gli abitanti dell’Asia, anche se il problema in effetti riguarda ben il 95% della popolazione mondiale, questi dati sono stati raccolti sulle basi del monitoraggio effettuato attraverso i satellitari, integrati con il monitoraggio a terra; i dati che man mano vengono raccolti dagli osservatori di controllo del grado di inquinamento delle varie nazioni evidenzia che un terzo della popolazione mondiale è pericolosamente e gravemente esposta continuamente all’inquinamento.

Le linee guida dell’OMS

Sia l’inquinamento esterno che quello interno; i maggiori responsabili sono i combustibili fossili, utilizzati per riscaldare le case; e le caldaie,  www.assistenzacaldaieroma.cloud  una larga fetta della popolazione del nostro Pianeta vive in zone dove le polveri sottili superano i limiti delle linee guida dell’OMS, mentre il 60% delle persone facenti parte dei sette miliardi di anime che popolano la Terra vivono dove le polveri sottili superano anche i limiti più avanzati. I dati più preoccupanti arrivano dall’India e dalla Cina dove si registra il maggior numero di decessi dovuti a malattie generate dalle polveri sottili inquinanti. In questo senso la città di Pechino ha promosso delle iniziative e dei programmi con grande impegno per riuscire ad abbattere i tassi di inquinamento dell’intero paese. Bob o’Keefe autore dello studio reso noto da alcuni tabloid americani ha dichiarato: “L’inquinamento è più pericoloso per le persone portatrici di patologie polmonari le polveri sottili provocano grosse difficoltà respiratorie aumentano così ricoveri in ospedali e le morti premature”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *