Luce a LED questa conosciuta

Luce a LED: italiani disinformati

Pare che gli italiani sulla luce a LED non siano ben informati, specialmente sull’aspetto tecnologico,queste informazioni emergono da uno studio della Ledvance a Research Now e rese note in occasione della Giornata Internazionale della Luce svoltasi il16 maggio.

Sondaggi rivelano che l’Italia sa poco sulla luce a LED

Lo studio di carattere internazionale ha sottoposto a sondaggio nove Paesi, con il coinvolgimento di oltre 1000 italiani, che si sono mostrati abbastanza disinformati in merito a termini come: watt, kelvin, lumen, e alle domande su tutti quei temi inerenti l’illuminotecnica, i vantaggi, e quant’altro; compresa la luce a LED, economica e benefica; forse un poco complicata nell’acquisto di lampadine e strumenti di illuminazione. Solo il 70%  circa dei consumatori del nostro paese ha dichiarato di sapere vantaggi e svantaggi dei diversi metodi di illuminazione. Un po confusi quindi quelli del restante 30% che non hanno le idee chiare in merito alla potenza e ai dettagli tecnici.

Sondaggi internazionali

Possiamo però consolarci perchè gli italiani sono stati intervistati sulle tre  unità di misura, e il 55% ha risposto in modo corretto e forbito; mentre  americani, canadesi, brasiliani, inglesi, francesi, svedesi, e cinesi sono rimasti intorno al 40% di risposte valide. Disinformatissima la  Germania, con solo il 33% di consumatori che hanno saputo rispondere in modo corretto. Nonostante la scarsa conoscenza in merito alla luce a LED però gli italiani sono ben orientati sui nuovi metodi di illuminazione; qui di seguito le statistiche sulla la diffusione di luce efficiente ed eco-friendly e a tagli luce su luceled.com

Gli italiani utilizzano

Il 59% luce a LED
Il 33% luci LED smart
Il 29% luci alogene
Il 10% luci fluorescenti
Il 8% luce a incandescenza

L’importanza dell’utilizzo dei nuovi metodi di illuminazione sostenibili, mettono comunque il nostro Paese in una posizione evolutiva in merito alla sostenibilità e al risparmio energetico, due aspetti molto importanti oggi per una migliore qualità della vita globale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *