Casa: come capire se al nostro gatto danno fastidio gli oli essenziali per profumare l’ambiente della casa

Nonostante tutto gli oli essenziali siano quasi di routine in casa, dalle tante profumazioni hanno addirittura anche diverse funzioni. Per avere maggiori informazioni sull’argomento e sapere se al gatto in casa danno fastidio certe profumazioni, si può trovare tutto su https://diffusoreoliessenzialiclick.com/ Ovviamente sono utilzzati per profumare la casa, oppure usato per le pulizie domestiche come sui pavimenti, bucato, ma non solo, a volte vengono anche usati per detergere e disinfettare gli elettrodomestici o i mobili di casa. Ma alla fine questi oli essenziali non solo si usano per questo, ma vengono addirittura utilizzati per l’aromaterapia per un relax di mente e corpo. Ma molte volte alcune essenze potrebbero essere fastidiose per i nostri animali come ad esempio il nostro gatto, il quale ha un olfatto molto sensibile. Giustamente come animale, riesce a fiutare gli odori anche a distanza, cosa che a volte alcuni di questi invece non riesce a tollerare. Alcune profumazioni per noi piacevoli, magari, nello stesso tempo per lui sarebbe un fastidio. Il gatto, in fin dei conti, è un animale anche  molto esigente riguardo alla pulizia e come la pretende dal proprio pelo, lo pretende anche dal suo ambiente.

Se usiamo oli essenziali, cosa evitare se si ha un gatto in casa?

Tutto sommato, quindi se usiamo gli oli essenziali in casa, per evtare che al gatto dia fastidio ci vorrebbe un pò di attenzione. Per chi può essere utile, l’uso del metano sull’auto è la soluzione intelligente per muoversi meglio nel giorno d’oggi, n effetti inquina meno e soprattutto è buon risparmio, cosa che per saperne di più si può accedere qui .Di quelli che eventualmente dovremmo scartare sono: gli odori agli agrumi, come per esempio limone o arance, poi aggiungiamo anche la citronella, l’odore della lavanda, la cannella e i chiodi di garofano perchè sono fortemente speziati, ma anche il pino, l’eucalipto e la menta poichè sono balsamici. Insomma questo tipo di essenze possono danneggiare e dar fastidio al nostro animaletto.

I segni da parte del gatto se gli oli sono fastidiosi

Allo stesso modo, se il gatto respira questi tipi di 8 oli essenziali sicuramente potrebbe dargli fastidio come ad esempio addirittura starnutire nel momento in cui  accendiamo il diffusore agli oli essenziali  oppure dopo aver usato la profumazione per pulire la nostra casa o la sua copertina che dopotutto cerchiamo di igienizzare e profumare pensando che al nostro gatto la cosa potrebbe fargli piacere. Ma se il gatto  evita di entrare in quella determinata stanza che per noi è profumata o dimostra un atteggiamento nervoso e irrequieto, sicuramente per lui è un fastigno, quindi questo potrebbe esserne un altro segno. In quanto questo possa accadere, non solo dovremmo andare dal veterinario di fiducia, ma è soprattutto consigliato non usare più questi oli essenziali di queste fragranze. Nello stesso tempo però, dato si debbano eliminare queste profumazioni sopra indicate per il nostro gatto, potremmo a quel punto usare altre fragranze. Sicuramente al nostro animale, non darà fastidio, quindi è bene e consigliato poter usare in casa altro, tipo l’olio essenziale dalla profumazione di rosa, oppure ancora meglio quello di sandalo, o l’olio essenziale alla melissa che dopotutto infatti sembrerebbero essere più innocui per il micio.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.