Vacanze in Salento: come scegliere dove andare?

Guida utile per la nostra vacanza in Salento

Anche quest’anno il Salento si appresta ad essere protagonista indiscusso per le vacanze estive degli Italiani. Grazie infatti alle sue spiagge caraibiche, ai bellissimi centri storici delle città che lo popolano ed alla cucina caratteristica a base di pesce, sempre più persone sono attirate dall’idea di trascorrere qui le proprie ferie.

Chi non è mai stato in vacanza in Salento si rende conto dell’imbarazzo della scelta che ha a disposizione, visto che ogni zona ha le sue caratteristiche e le sue bellezze. In questa guida forniremo alcune utili indicazioni per tutti coloro che devono scegliere dove andare in Salento.

Scelta dell’alloggio

Innanzitutto potrebbe essere utile consultare una piattaforma come barbarhouse, dove potremo visionare le migliori location disponibili per zona. Se siamo un gruppo di persone numeroso potremmo optare per l’affitto di una villa con piscina e giardino e dividere le spese. Oppure potremmo decidere di rilassarci in una bella casa con vista mare.

Il bello del Salento è che è possibile raggiungere qualsiasi destinazione praticamente in massimo un’ora di strada. Questo spinge molti a voler visitare ogni giorno una spiaggia diversa. Se questa è la nostra intenzione, allora una possibilità è quella di affittare una casa vacanze in un paese più internato, ma comunque non troppo lontano dalla costa. In questi posti possiamo infatti trovare delle occasioni a prezzo più basso rispetto alle case vicino al mare.

Scelta del tipo di spiaggia

Un altro fattore che può determinare la nostra scelta è legato al tipo di spiaggia che ci piace. Se preferiamo le spiagge fatte di sabbia fine e bianca, comode e spaziose, allora il versante ionico potrebbe fare al caso nostro. A parte alcuni tratti, infatti, il lato occidentale del Salento è composto da lunghe spiagge di questo tipo, dove si alternano in maniera piuttosto equilibrata lidi attrezzati con spiagge libere. Punta Prosciutto, la zona di Gallipoli o di Punta della Suina sono tra i luoghi interesse balneare più quotati.

Altri invece preferiscono i litorali rocciosi, più vari e composti da insenature e grotte sommerse. In questo caso, segnaliamo la zona di Castro, Tricase o Santa Maria di Leuca. Nei pressi di Castro si organizzano anche escursioni in barca per visitare una delle grotte più belle della Puglia, la grotta della Zinzulusa.

Uno dei vantaggi delle spiagge del Salento è che hanno la pineta molto vicina al mare. Chi non sopporta il sole cocente e desidera trascorrere l’intera giornata al mare senza boccheggiare troverà senz’altro comoda questa peculiarità.

Sul versante adriatico, ad esempio, troviamo diverse pinete nei pressi del mare nella zona degli Alimini, poco a Nord di Otranto. A Nord di Gallipoli, sullo Ionio, nella zona conosciuta come Padula Bianca troviamo lo stesso vantaggio. Sono inoltre molto frequenti i bar ed i ristoranti sulla spiaggia che mettono a disposizione i servizi anche a coloro che vengono dalla spiaggia libera.

Non facciamoci inoltre mancare un giro alla scoperta del barocco leccese, di cui fanno sfoggio le città di Lecce, Nardò e Gallipoli, o il bellissimo centro storico di Otranto.

Il Salento difficilmente ci deluderà!

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *