Djokovic perfetto in campo frena l’avanzata di Berrettini. Semifinale contro Nadal

Il numero 1 al Mondo batte Musetti e affronta il giocatore romano battendolo in quattro set. Ora davanti avrà Nadal ma stavolta in semifinale. Di solito eravamo abituati a trovare i due giocatori in moltissime finali. Dispiacere per Matteo che afferma “peccato ma sono contento ho giocato un grande tennis”.

Nella corsa per le semifinali del Roland Garros, Novak ha dovuto dare il meglio di se per poter respingere l’assalto di Matteo. Il serbo prima di arrivare alla gara contro Nadal ha dovuto giocare quattro set per battere l’azzurro con 6-3 6-2 6-7 7-5. Prima dell’entrata in campo già si pensava ad una partita equilibrata e di alto livello.

Le partite di tennis, le corse automobilistiche, le partite di calcio sono tutti sport amati dal pubblico italiano che si divertono da casa a scommettere sia sulle partite che sui giocatori. Finito il Roland Garros entriamo nel mondo del calcio con gli Europei. Babibet in Italia offre in live streaming gli europei 2020.

Berrettini e Djokovic in campo, spettacolo puro

Nei primi scambi abbiamo visto un Berrettini molto carico mentre Novak sembrava in difficoltà a trovare il suo gioco. Due palle corte sono state le prime giocate che hanno portato colpi vincenti a Berettini, subito dopo con un dritto si procura un break point che l’avversario mette in rete. In risposta Nole mette a segno due ace e un servizio vincente.

Berrettini tiene a zero il suo primo turno di battuta e nel terzo game ecco di nuovo la palla break che sfuma con un diritto di Novak. Nel game numero quattro, due diritti sono colpiti male da Matteo in uscita dal servizio concedendo all’avversario la prima palla break ma è stata cancellata subito con il servizio.

Arriva la seconda chance per l’azzurro che mette fuori un altro diritto cominciando la sua discesa. Matteo è sotto per 4-2 quando ottiene un’ulteriore palla break e viene chiamato a rete da Nole. Non riesce a mettere a segno una contro palla corta facendo salire il serbo a 5-2. Il set verrà chiuso sempre da quest’ultimo poco dopo con 6-3.

Novak incomincia un gioco insostenibile mettendo in difficoltà Berrettini che sbaglia palle corte o recuperi su quelle dell’avversario. Sono bastati 52 minuti di gioco per il primo set portato a casa da Nole ed il secondo ha visto un’altra discesa dell’azzurro che a solo un’ora e mezzo di gioco si trova con due set di svantaggio.

Berrettini tiene per altri due set

Terzo set con Matteo che riesce a tenere bene il gioco fino al quattro pari, palla break offerta al serbo ma subito annullata con una chiusura a rete e di portarsi sul 5-4. Il set verrà deciso al tie break con un gioco da parte di entrambi di livello ottimo. L’italiano ha giocato 3 punti spettacolari ed ha fatto il cambio di campo sul 3 pari.

Lungolinea di diritto forte come un bolide che ha lasciato Nole di stucco con un minibreak del 4-3. In corridoio la palla corta di Matteo per il 4 pari e Nole sale a 5-4 con una risposta vincente tra i piedi e due servizi al suo attivo. Ora prende piede Berrettini ottenendo anche un aiuto dall’avversario che mette a rete un diritto ed un rovescio. Dopo questi errori arrivano a sigillare il set una buona prima ed un bellissimo diritto dell’azzurro.

Arrivano al quarto set e l’azzurro continua il suo ottimo gioco ma la partita viene sospesa sul 3-2 in suo favore per il coprifuoco e per permettere agli spettatori di lasciare gli spalti. Matteo al rientro sale a 40-15 ma poi commette tre errori che cancella allo scoccare della quarta ora di gioco con un diritto lungolinea.

Lucidità dimostrata da Berrettini ritrovando la prima di servizio sul 4-5 che gli ha permesso di rimanere in gioco. Sotto di 5-6 serve e si aggrappa al diritto e al servizio per riuscire a salvare un match point con una prima a uscire che non viene presa dal serbo. Rovescio in rete di Matteo ed ecco un secondo match point per Nole che viene annullato con un diritto. Terzo match point messo a segno da Nole che chiude in 3 ore e 28 minuti.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *